Nuovo musical di Eric Woolfson: Dancing Shadows

a cura di Francesco Ferrua 

 

L'8 luglio il pubblico dell'Opera House di Seoul, Corea, ha finalmente avuto la possibilità di assistere all'ennesima fatica teatrale firmata Eric Woolfson: Dancing Shadows. Le lavorazioni per questo nuovo progetto hanno tenuto impegnato Eric in maniera saltuaria a partire già dal lontano 1999, in parallelo alle lavorazioni per il musical Poe. Prodotto dalla coreana Seensee Musical Company, inizialmente intitolato A Forest Fire - San Bul (che in coreano significa "una foresta di fuoco sulla montagna") e soltanto in ultimo battezzato col definitivo titolo, il musical vede Eric impegnato con testi e musiche, mentre il libretto è opera di Ariel Dorfman e la regia è affidata a Paul Garrington. Così come Eric ci aveva già abituati con l'adattamento asiatico del musical Gambler, anche Dancing Shadows presenta testi e dialoghi in lingua coreana. Il musical è liberamente ispirato all'opera originale San Bul scritta dall'autore coreano Cha Bum-Suk (opera che nel '67 ispirò anche il regista Kim Su-Yong per il film Mountain Fire - San Bul, pellicola che fu presentata al 17° Film Festival di Berlino), la quale narra la storia tra un soldato fuggitivo comunista ed una donna in un remoto villaggio di montagna durante la Guerra di Corea del 1950-1953.

La storia si sviluppa nel villaggio denominato Constanza, un villaggio devastato dalla guerra civile. Gli uomini del villaggio hanno perso la vita in battaglia, lasciando le loro vedove a sopravvivere sotto l'oppressione degli adulatori del Sole, l'esercito del Sole, e gli adulatori della Luna, l'esercito della Luna, i quali a turno occupano il villaggio. Sulla montagna del villaggio, dove vive l'albero degli antenati, c'è una foresta: un luogo speciale per il riposo delle anime. Nashtala, la sola a proteggere la foresta e la sola in grado di comprendere i messaggi della foresta, vive tra le critiche e l'incomprensione degli abitanti del villaggio. Solomon, un soldato in fuga dell'esercito della Luna, viene trascinato nel villaggio come prigioniero dell'esercito del Sole; Nashtala e Cinda (figlia di Mama Aster e cugina di Nashtala) sviluppano particolari sentimenti nei suoi confronti. Solomon e Nashtala si innamorano, ma Cinda attira Solomon a fare l'amore con lei, contro la volonta di lui. Mama Aster, zia di Nashtala e capo del villaggio, rimprovera le vedove e ordina loro di preparare le provviste di guerra da ofrire al prossimo esercito invasore e rimprovera Nashtala per il suo atteggiamento non collaborativo. Nashtala confessa il fatto che lei non può ferire gli alberi della foresta. Ma Mama Aster si dimostra insensibile, rimproverando Nashtala di essere troppo sentimentale.

 

Questa, in sintesi, la trama ufficiale, ma per comprendere meglio la storia e la mole di lavoro che sta dietro a questa nuova fatica, riportiamo di seguito la traduzione di un interessante articolo del giornalista Sue-Jean Kang apparso sul web il 4 luglio 2006 in occasione dello showcase che si tenne per presentare lo spettacolo in fase di completamento:

"Dancing Shadows ha presentato in anteprima sette delle sue scene principali e ha catturato gli occhi e le orecchie del pubblico attraverso le sue canzoni ed i suoi balli che includono Chorus of the Forest, con testi che recitano Tonight the mountain burns, another tree dies, the mountain burns tonight e I need a Man, dove parte della canzone recita I need a man, a man to lie by my side, I need somebody.
Il leader della famosa rock band Alan Parsons Project, famosa per canzoni quali
Eye in the Sky, Eric Woolfson si è occupato della musica, la quale è stata variegata, spaziando dal tango passionale al folk lirico, e così pure i ballerini hanno lavorato magnificamente, includendo danze tango, folk e sexy.
Il musical
Dancing Shadows propone tutti i personaggi della piece originale, ma porzioni significative della trama sono state modificate.
Il nuovo spettacolo vuole essere una favola riguardante l'interiorità dell'uomo piuttosto che concentrarsi sui conflitti ideologici come la piece originale. Fin dalle prime fasi progettuali, lo spettacolo è stato creato con un occhio di riguardo verso un pubblico globale, così allo scopo di ottenere consensi che siano il più universali possibile, l'ambientazione è stata variata da un villaggio nei pressi della Sobaek Mountain durante la Guerra di Corea ad un villaggio immaginario devastato dalla guerra in un periodo non meglio specificato.
L'apice dello spettacolo, ovvero la scena finale, è positiva, contrariamente al finale originale. Nell'opera originale, Sa-wol, incinta ad opera del guerrigliero comunista Kyu-bok, si suicida bevendo la liscivia, mentre nella nuova versione Cinda, lo stesso personaggio di Sa-wol, decide di dare alla luce il bambino, il quale rappresenta la speranza, e porta il musical al finale con una canzone carica di speranza con in scena le donne del villaggio.
Il musical alzerà il sipario nel luglio 2007 presso l'Arts Center di Seoul.
Il cast di
Dancing Shadows ha compreso attori d'esperienza ed esperti attori di musical. L'attrice Kim Sung-nyo ha fatto ritorno al mondo dei musical dopo 12 anni interpretando il ruolo di Mama Aster, la madre di Sa-wol. E' stato riferito che tutti gli attori sono stati scelti sulla base dei provini, con la solo eccezione di questo ruolo il quale è stato riservato per Kim, la quale lasciò un'impressione così buona a Ariel Dorfman, il quale visitò la Corea e vide la performance di Kim nel suo spettacolo Death and the Maiden, al punto da far sì che Dorfman la proponesse appositamente per quel ruolo.
Il ruolo principale di Nashtala (Jum-rye nelle piece originale) è interpretato da Kim Bo-kyung, la quale interpreta anche il ruolo principale nel musical
Miss Saigon. Un altro ruolo desiderato da molte attrici, quello dell'altro importante protagonista Cinda (Sa-wol), è stato affidato alla star del musical Bae Hae-sun. L'attore musicale Shin Sang-rok è stato chiamato a interpretare il ruolo del protagonista maschile Solomon (Kyu-bok).
Il metodo di creazione del musical originale
Dancing Shadows sta attirando attenzione, perché ha richiesto un tempo senza precedenti, cinque anni, per preparare e rivedere l'opera, una cosa molto rara nello show business coreano. E' anche la prima volta che un'anteprima si tiene un anno prima che lo spettacolo alzi realmente il sipario.
Il musical sarà messo in scena per due mesi all'Arts Center Opera House di Seoul nel luglio del prossimo anno; il copione e la musica sono completati, ma gli arrangiamente delle canzoni devono essere ancora completati.
Il presidente della compagnia di produzione, Seensee Musical Company, Park Myung-sung ha detto "In origine la prima performance era stata pianificata per l'inizio di marzo dell'anno prossimo in Giappone, e successivamente messo in scena in Corea, ma abbiamo seguito la volontà di attori senior di teatro e produttori i quali hanno fatto notare come dal momento che la piece originale
Wild Fire ebbe una così grande rilevanza nella storia del teatro Coreano sarebbe stato giusto aprire prima in Corea. E' questo il motivo per cui il sipario verrà alzato per primo in Corea."

 

Con l'occasione, è nato il nuovo sito web httt://www.dancingshadows.co.kr in lingua coreana, il quale ci offre in anteprima uno sguardo ai vari numeri teatrali che compongono lo spettacolo, suddiviso in due atti per un totale di circa 2 ore e mezza:

PRIMO ATTO
Forest Fire
Chorus Of Hope
Women's Prayer
Underscore
Military Chant I
Do It To You
Military Chant II
Forest Fire (Reprise)
If I Could Write A Book Of Life Again
I Need A Man
Military Chant III
Dancing With My Shadow
Mamma Knows Best
Along The Road Together
Military Chant IV
Dancing With My Shadow Tango
I Can't Sleep

SECONDO ATTO
Roses Are Always Red
Folk Dance
Sexy Dance
Military Chant V
Mamma Knows Best (Reprise)
Drink The Water And You Die
What Kind Of World
Military Chant VI
Agitated Trees
If I Could Write A Book Of Life Again (Reprise)
Women's Prayer (Reprise)
Dancing With My Shadow (Reprise)
Finale

 

Sullo stesso sito sono anche disponibili alcuni interessanti video relativi allo showcase del 2006, dai quali si può avere un breve quadro delle nuove composizione di Eric, qui presentate in versione solo piano/voce per lo showcase, ma completate con tanto di orchestra per la versione definitiva.

Per il prossimo futuro è attesa la pubblicazione del Cast Disc ufficiale, che sarà messo in vendita anche attraverso il sito ufficiale del Project, ovvero su httt://www.the-alan-parsons-project.com

 

In concomitanza con l'apertura del nuovo musical, è nato anche il nuovo sito dedicato ad Eric Woolfson, raggiungibile all'indirizzo httt://www.ericwoolfsonmusic.com

 

------------------

 

Sempre nell'ottica di tenervi informati in merito ai vari musical di Eric, è da segnalare come recentemente il musical Gaudì sia stato nuovamente messo in scena in Germania, con una serie di rappresentazioni ad opera della compagnia teatrale di John Cashmore: a Cologne dal 23 dicembre 2006 al 7 gennaio 2007 ed a Berlino dal 16 gennaio 2007 al 4 febbraio. Per maggiori informazioni visitate il sito web: httt://www.gaudi-das-musical.de/index.html